Trovare lavoro all’estero: la parola al traduttore

Chiamatela fuga di cervelli o più banalmente emigrazione, ma il numero italiani che lasciano il nostro paese alla ricerca di condizioni di lavoro più gratificanti sia dal punto di vista economico che strettamente professionali, è abbastanza significativo. Durante il 2016 infatti, sono stati 285.000 i nostri connazionali che hanno lasciato il Bel Paese per tentare la via di un'avventura lavorativa all'estero, con un vero e proprio record per quanto riguarda gli over 40.

Il fenomeno dell'emigrazione moderna ha innescato tutta una serie di servizi correlati, dalle agenzie che ti aiutano a trovare lavoro all'estero ai servizi di traduzione destinati alla traduzione di curriculum vitae, titoli di studio e certificati di formazione professionale.

L'inglese è sicuramente la lingua principe per quanto riguarda la traduzione di curriculum e titoli di studio, ma esistono alcune interessanti eccezioni. Gli esperti nel campo informatico, dove per campo informatico intendo consulenti IT, programmatori, webdesigner, webmarketers e via dicendo, sono richiesti un po' ovunque ma soprattutto in Germania e Australia. Gli italiani che puntano all'Inghilterra sono quelli che hanno una formazione in campo medico. Nel Regno Unito infatti vi è una grande richiesta di medici ed infermieri professionali. Per quanto riguarda invece la Spagna, essa sembra la meta prediletta più che di chi cerca un lavoro come dipendente, di chi vuole stabilire li la sede legale (leggasi fiscale) della propria azienda. Sono sempre più gli italiani infatti che sfruttano i particolari benefici fiscali connessi all'apertura di una partita iva nella zona delle Canarie.

Per volesse essere veramente “a prova di head hunter”, è possibile affiancare alla traduzione del proprio CV anche la traduzione della lettera di presentazione. E' la “cover letter” che qualche volta, può fare la differenza quando ci si propone per un colloquio di lavoro. Certo, il traduttore oltre che tradurre questo documento non può fare molto rispetto alla sua efficacia, ma online troverete molte valide guide in cui viene spiegato come come scrivere una lettera di presentazione capace di farsi notare.

Se avete in programma di intraprendere un percorso di studio-lavoro in Australia, le cose si complicano un po', ma nemmeno molto! Se per trovare lavoro in Australia la traduzione di curriculum e titoli di studio sono la base, per richiedere un visto per il periodo di permanenza necessario, sarà anche necessario procedere con la traduzione asseverata del casellario giudiziale e carichi pendenti.

In collaborazione con Giuliana Bonifacio Traduttore Professionale a Udine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi