Come quadrare i conti col Food cost

In realtà non tutti sono a conoscenza del Food cost e del perché dovrebbe essere così importante calcalarlo ed applicarlo alla propria vita, ma attraverso questa breve guida si potrà capire di più. A causa di questa crisi odierna che tutti stiamo vivendo, sono tante le imprese che non pototu salvarsi, ed è per tale motivo che più di 250 mila posti di lavoro sono andati persi. Allo stesso tempo, le attività di ristorazione ancora aperte non hanno potuto né voluto programmare un calo della qualità del menu, anche perché ciò significherebbe perdere clienti. Allora la cosa più giusta da fare, non solo nei momenti di crisi, è quella di cercare di risparmiare tenendo d'occhio gli sprechi ed evitandoli. Questa filosofia ha cavvero colpito tutti: sia le migliori multinazionali e catene di ristorazione più famose al mondo che, naturalmente, anche i piccoli ristoranti di tutto il mondo. Nessuno può permettersi, in questo momento storico, di ignorare una questione importante come il Food cost. È semplicemente essenziale che tutti capiscano tale definizione, anche perché, applicando i dovuti sotterfugi, si potrebbe agevolare la propria attività, sopratutto a livello economico. Così facendo sarà possibile diminuire di parecchio il costo delle Materie Prime, le quali sono essenziali per ristoranti, bar, street food, ecc.

Cosa è il Food cost?

Prima di andare avanti, è giusto specificare in maniera dettagliata in cosa consiste e cos'è il Food cost (approfondisci qui https://www.ristobusiness.it/cosa-e-il-food-cost-5-trucchi/) e quali sono le informazioni più importanti da tenere sotto controllo per salvaguardare finanziariamente ed economicamente la propria attività. Attraverso il Food Cost è possibile creare quello che è il costo pasto, riuscendo ad elaborare anche una sorta di indice di valutazione, in modo da avere sempre in mente la rotazione nel proprio magazzino. Applicando il Food cost sarà possibile anche tenere in considerazione la liquidità presente nel proprio ristorante, la quale non deve in alcun momento mancare se non si vuole, praticamente, chiedere battenti. Il Food cost, naturalmente, può esser calcolato. La sua unità di misura è generalmente espressa in percentuale, ed è uguale al costo delle materie prime che vendono utilizzare per ogni portata, per i manu da ricevimento, quelli da degustazione, gli antipasti, i primi, i sencondi ed i dessert. Tutti questi costi, uniti tra loro, possono riuscire a calcolare il Food Cost del proprio menù. Questa nuova invenzione, che tanto nuova non è, serve semplicemente a calcolare il costo di quanto venduto, e a ricordare che deve esserci una differenza abbissale tra il costo di quanto venduto e quello utilizzato per acquistare le materie prime. Dunque, il Food cost altro non è che il rapporto che esiste tra il costo ed il prezzo dei vari piatti in vendita. Per calciare Food cost è necessario creare una divisione tra il valore delle materie prime consumate e gli incassi, per poi moltiplicare tutto per 100. Per attuare al meglio questo nuovo modo di fare cucina, sarà necessario partire il prima possibile. Magari, la prima cosa da fare è proprio una scheda ricetta del proprio menù, partendo proprio dal piatto più costoso ed elaborato del proprio ristorante. Su questa scheda potranno essere indicate le quantità delle materia prime, gli ingredienti, la grammatura ed in particolare modo lo scarto. Così facendo sarà possibile stabilire il prezzo netto di quest'ultimo è stabilire un miglioramento delle prestazioni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi